Sep 302016
 

Creep (Strambal)

2nd song from the album Pablo Honey (22-Feb-1993)
By Radiohead, Albert Hammond & Mike Hazelwood

Traduzione in dialetto romagnolo a cura di mazapegul:

Prèma, quand t’sira qua
An’ariveva a guardèt in ti’occ
T’ci propri cum un’anzal
La tu pèla lam fa rugì

T’svulèz cm’una piomma
In un mònd belessum
Avreb avlu lès spicièl
Caz, te sè che t’ci spicièla

Me invizi a stres matèra
A sò un strambal
Caz fag a què?
Un’è e mi pòst

Um sbat e caz se e’ fa mèl
A voi fè cum um pè
A voi un corp parfèt
A voi un’amna parfèta

A voi che ta t’incurza
Quand a sò in zir
Caz, te sè che t’ci spicièla
Me avreb avlu lès spicièl

Me invizi a stres matèra
A sò un strambal
Caz fag a què?
Un’è e mi pòst

La ciapa via dlèlt

Tot quèl cut fa stè ben
Tot quèl t’vu
Caz, te sè che t’ci spicièla
Me avreb avlu lès spicièl

Me invizi a stres matèra
A sò un strambal
Caz fag a què?
Un’è e mi pòst

Testo originale:

When you were here before
Couldn’t look you in the eye
You’re just like an angel
Your skin makes me cry

You float like a feather
In a beautiful world
I wish I was special
You’re so fuckin’ special

But I’m a creep, I’m a weirdo
What the hell am I doing here?
I don’t belong here.

I don’t care if it hurts
I wanna have control
I wanna a perfect body
I wanna a perfect soul

I want you to notice
When I’m not around
You’re so fuckin’ special
I wish I was special

But I’m a creep, I’m a weirdo
What the hell am I doing here?
I don’t belong here.

She’s running out again,
She’s running out
She’s run run run run

Run

Whatever makes you happy
Whatever you want
You’re so fuckin’ special
I wish I was special

But I’m a creep, I’m a weirdo
What the hell am I doing here?
I don’t belong here
I don’t belong here

Sep 172016
 


Google Maps

 

Sep 082016
 

Il discorso di re Harald V di Norvegia:

Siamo tutti norvegesi: ragazze che amano altre ragazze, ragazzi che amano altri ragazzi, e ragazze e ragazzi che si amano tra loro… i norvegesi credono in Dio, in Allah, in tutto o in nulla. Sono norvegesi anche quelli venuti dall’Afghanistan o dal Pakistan, dalla Polonia, dalla Svezia, dalla Somalia e dalla Siria. Non è sempre facile dire da dove veniamo e quale è la nostra nazionalità. Ciò che chiamiamo casa nostra è il luogo dove è e dove batte il nostro cuore, e non sempre questo luogo è all’interno delle frontiere di un Paese. La mia grande speranza è che continuiamo a costruire questo Paese sui valori della fiducia, della comunità e della generosità.

Se vince Donney emigro in Norvegia.

Sep 032016
 

Se Marcello Dell’Utri ha problemi di salute è giusto che sia messo ai domiciliari. E non solo. Se il fondatore di Forza Italia (partito politico che negli ultimi 22 anni ha governato e fatto il buono e cattivo tempo nel paese, poi condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa) parlasse con i giudici, avrebbe anche diritto a uno sconto di pena.

Sep 022016
 

charlie_hebdo_terremoto-1030x615
Vignetta Charlie Hebdo.

Cito dal dizionario Garzanti alla voce satira:

Genere letterario che ritrae con intenti critici e morali personaggi e ambienti della realtà e dell’attualità, in toni che vanno dalla pacata ironia alla denuncia, all’invettiva più acre.

Qualunque scritto, discorso, disegno, rappresentazione, spettacolo che intende mettere in ridicolo comportamenti o concezioni altrui.

Dunque la vignetta in questione è satira.

Mi permetto tuttavia di aggiungere che se prendi di mira un debole hai fatto satira debole, oltre che pessima e inutile.

Aug 132016
 

White Rabbit (E cunei biènch)

10th song from the album Surrealistic Pillow (1-Feb-1967)
By Grace Slick (Jefferson Airplane)

Traduzione in dialetto romagnolo a cura di mazapegul:

Una pastina la t’ingranda
E una pastina la t’fa dvantè znin
E quèla cut da la tu mà l’an fa propri un caz
Dmandal ma l’Alice
Quand l’è èlta tri mitar

E se t’de dria mi cunei
E tal se che po t’scapoz
Di cun lou che e lumbreis che fomma e narghilè
U t’ha mandè a ciamè
Par ciamè l’Alice
Quand l’era znina

Quand i suget in t’la scachìra
I sta sò e it dìs du te d’andè
E te magnè cla spezi ad fong
E là tu tèsta l’è un po in tal novli
Dmandal ma l’Alice
Par me lia la sa

Quand la logica e al grandèzzi
Gli è andèdi in te casèin
E e cavalir biènch e scor d’arvers
E la dòna ad cor l’ha pers la tèsta
Arcurdat quèl cu t’ha det e gir
Dà da magnè ma la tu tèsta
Dà da magnè ma la tu tèsta

Testo originale:

One pill makes you larger
And one pill makes you small
And the ones that mother gives you
Don’t do anything at all
Go ask Alice
When she’s ten feet tall

And if you go chasing rabbits
And you know you’re going to fall
Tell ’em a hookah-smoking caterpillar
Has given you the call
Call Alice
When she was just small

When the men on the chessboard
Get up and tell you where to go
And you’ve just had some kind of mushroom
And your mind is moving low
Go ask Alice
I think she’ll know

When logic and proportion
Have fallen sloppy dead
And the White Knight is talking backwards
And the Red Queen’s off with her head
Remember what the dormouse said
Feed your head
Feed your head