Dec 062017
 

Nel 2017 sono stati fatti enormi progressi. Oggi ad esempio se te ne esci con sproloqui da bar o insulti fascio-razzisti subito vieni scambiato per uno che non la manda a dire, uno che ha il coraggio di dire la verità, uno che almeno è onesto. Se invece dici qualcosa di rispettoso, tollerante o altruista, allora fai un affronto, ti atteggi con superiorità morale, sei un falso, un buonista, sei il male assoluto. Certo, ci stanno lavorando da parecchi anni, ma indubbiamente quest’anno sono stati raggiunti nuovi traguardi importanti.

Jul 102017
 

A me delle apologie generiche frega relativamente. Io inasprirei e applicherei la legge sui reati di odio e discriminatori contro le minoranze etniche, religiose e di orientamento sessuale, vista la quantità di vigliacchi che si nascondono dietro la libertà di parola e il non “politicamente corretto”.

Mar 132017
 
  • Il cosiddetto “facinoroso” o è idiota o è al soldo degli stessi soggetti che dice di contestare.
  • Dopo una campagna mediatica provocatoria ben studiata i disordini sono un fatto statistico e fisiologico, dunque esplicitamente voluti dal provocatore.
  • I mass media che concentrano l’attenzione sui quattro facinorosi, ignorando le decine di migliaia che fanno protesta pacifica, eseguono e portano a compimento il vero lavoro.
Dec 142016
 

Le notizie suggestive che mettono ansia o allarme, e che non riguardano un meteorite che ti sta precipitando sulla zucca, sono spesso fondate su bufale parziali o complete. Chi le ha pensate non è interessato all’informazione, ha più a cuore il livello di allarme sociale. La paura è notoriamente il mezzo più efficace per governare la cittadinanza, a tutti i livelli.

Dec 042016
 
  • Il “no” vince nonostante Berlusconi, Salvini, Forza Nuova e D’Alema.
  • Renzi paga il flirt con i Verdini et similia, oltre che l’arroganza contro il dissenso interno e contro i “professoroni”, ovvero costituzionalisti di nota reputazione. Si è perciò silurato con le proprie mani, e il suo sostegno elettorale acritico non lo ha aiutato.
Nov 102016
 

Trump non ha travolto una cippa di minchia, ha vinto grazie a un sistema elettorale che “privilegia” gli Stati in bilico non considerando le masse di voti degli Stati evoluti: tutti blu. Il voto popolare infatti premia la Clinton. L’elettorato bianco medio rurale che ha decretato la vittoria di Trump ne aveva le palle piene di un nero otto anni alla casa bianca mentre loro si ritrovano a fare il caffè allo starbucks, e di una donna di potere che ambisce addirittura alla stessa carica quando “le donne dovrebbero stare a casa e accudire i figli e i mariti” 🙂 E amano Fox News, schieratissima con Trump.

Poi il colpo basso criminale dell’FBI con l’indagine fasulla contro la Clinton una settimana prima del voto, strumentalizzato a rotta di collo, è stato il colpo di grazia. Tutti i sondaggi hanno evidenziato il “crollo” della Clinton in seguito a quella notizia. I sondaggi spesso scazzano le percentuali in termini assoluti, ma sono molto più attendibili in termini di tendenza.